15 settembre, 2016

Maratona dei Poeti PER PASOLINI

 ROMA, SABATO 24/09/ 2016, ore 18,00
PIAZZA LINO FERRIANI, REBIBBIA
"AH, GIORNI DI REBIBBIA/CHE IO CREDEVO PERDUTI/ IN UNA LUCE DI NECESSITA'/ E CHE ORA SO COSI' LIBERI!"
Maratona dei Poeti PER PASOLINI
Partecipano i poeti
Domenico Alvino, Tomaso Binga, Silvana Baroni, Giuseppe Stefano Biuso, Paolo Carlucci, Alida Castagna, Daniela Cecchini, Manuel Cohen, Chiara D'Apote, Caterina Davinio, DELLUST, Stefania Di Lino, Francesca Farina, Renato Fiorito, Luca Frudà, Donatella Giancaspero, Annamaria Giannini, Giada Giordano, Sonia Giovannetti, Emanuela Guttoriello, Patrizia Lanzalaco, Letizia Leone, Ginevra Lilli, Francesca Lo Bue, Sarah Zuhra Lukanic, Bianca Madeccia, Tiziana Marini, Nina Maroccolo, Desiree Massaroni, Daniela Matronola, Alessandra Mattei, Enrico Meloni, Giuseppina Marilena Mondello, Anita Napolitano, Olga Olina, Paola Oliva, Terry Olivi, Massimo Pacetti, Marco Palladini, Plinio Perilli, Cetta Petrollo, Laura Pezzola, Enrico Pietrangeli, Paola Pinna, Roberto Piperno, Mimma Pisani, Lorenzo Poggi, Rossella Pompeo, Antonella Rizzo, Domenico e Rita Sacco, Pietro Scagliarini, Therezinha Siqueira Teixeira, Giuseppe Spinillo, Francesca Tuscano, Michela Zanarella

                 Evento ideato e coordinato da Francesca Farina 
Servizio video-fotografico di Vincenza Salvatore
Con la collaborazione straordinaria di don Giuseppe Raciti e Gianni Stefanucci
NELL'AMBITO DELLA FESTA DI SAN GELASIO 2015

13 settembre, 2016

All'Ussero 16.09.2016


 
Riprendono dopo la pausa estiva, gli Incontri Letterari al Caffè Ussero. Il prossimo 16 Novembre alle 18 Valeria Serofilli

incontra gli autori  Ivano Mugnaini di Lucca con il romanzo Lo Specchio di Leonardo (Eiffel Edizioni, 2016) ed

 Alessandra Paganardi di Milano con il volume di poesia La pazienza dell'inverno (puntoacapo Edizioni, 2013).

Letture a cura degli Autori e di Rodolfo Baglioni.Musica di Sergio Berti con un intervento critico del prof.

Andrea Salvini. Ad allietare l'incontro interverrà il cantautore pisano Antonio Gentilini.

Nell'ambito della serata sarà possibile iscriversi alla neonata Associazione AstrolabioCultura, presieduta da Valeria

 Serofilli.

  

Ivano Mugnaini è autore di romanzi, racconti, poesia e saggistica.Scrive per alcune riviste tra cui "Nuova Prosa", "Gradiva", "Il Grandevetro", "Italian Poetry Review", "Doppiozero",  "L' Immaginazione".  Collabora con case editrici in qualità di redattore e curatore di recensioni ed editing. Cura il blog letterario "DEDALUS: corsi, testi e contesti di volo letterario",

www.ivanomugnainidedalus.wordpress.com e il sito www.ivanomugnaini.it .Ha pubblicato le raccolte di racconti LA CASA GIALLA e L'ALGEBRA DELLA VITA, i romanzi IL MIELE DEI SERVI e  LIMBO MINORE  e i libri di poesie CONTROTEMPO, INADEGUATO ALL'ETERNO e IL TEMPO SALVATO. Di recente pubblicazione i romanzi IL SANGUE DEI SOGNI e LO SPECCHIO DI LEONARDO.

 

Alessandra Paganardi di Milano dove vive , insegna e scrive, ha pubblicato varie raccolte di poesie quali: La pazienza dell'inverno, Puntoacapo 2013 (premio Operauno), Tempo reale, Joker 2008 (premio San Domenichino 2009); Ospite che verrai, 2005, (ristampa 2007). Plaquette: Frontiere apparenti, Puntoacapo 2009; Vedute, Ibiskos Ulivieri, 2008; Binario provvisorio, Seregno 2006; Potevamo dire l'assenza, Crimeni, 2005; Espansioni, Il club degli autori, 1998. Saggi critici, aforismi e narrativa: Breviario ,Joker 2012 (menzione speciale "Torino in sintesi" sez. inediti, 2010); La magnolia contro le persiane, in AAVV, "Milano per le strade: racconti", Azimut, Roma 2009; Lo sguardo dello stupore: lettura di cinque poeti contemporanei, Viennepierre 2005, (finalista "Nabokov" 2008). Ha ottenuto riconoscimenti in numerosi concorsi per editi e inediti, fra cui i primi premi: "Europa in versi" (2016); "Alda Merini" (2013), "Astrolabio" (2009), "San Domenichino"  (2009 e 2007), "G. Gozzano" (2007), "D'Annunzio e la Versilia" (2007), "Dialogo" (2003). È presente nella redazione della rivista letteraria internazionale "Gradiva".

 

  



Laboratorio Pagliarani 2016

 Laboratorio Pagliarani 2016

19 settembre, ore 16.30

Foyer Teatro Valle, Roma

Con la partecipazione di Nanni Balestrini, Maria Grazia Calandrone, Maria Teresa Carbone, Ennio Cavalli, Silvia De March, Paolo Giovannetti, Massimiliano Manganelli, Marianna Marrucci, Roberto Milana, Tommaso Ottonieri, Giorgio Patrizi, Cetta Petrollo, Lidia Riviello, Sara Ventroni e Fabio Zinelli. Coordina Andrea Cortellessa.

Sin dalla sua prima edizione, l'anno scorso, il Premio Pagliarani si è affermato come un punto di riferimento nel contesto troppo spesso asfittico di una scrittura poetica che la sempre più marcata emarginazione, non solo editoriale, sembra aver ricacciato in una subalternità di fatto estranea alla sua tradizione. Uno dei connotati più forti di questo Premio è l'investimento sulla critica, non solo quella prodotta dagli stessi poeti. La giuria, assai ampia e anche internazionale, era in cerca però di occasioni per confrontarsi live, e per la sua seconda edizione – che vedrà la propria cerimonia di premiazione il prossimo 31 ottobre al Teatro Argentina – si è pensato di chiamarla a raccolta in un incontro aperto al pubblico, anche questo ospitato da uno spazio eminente nella storia, non solo teatrale, della città: quello del Valle.

Assumere una posizione "aperta", della poesia e della sua interpretazione, par essere il modo migliore di raccogliere la lezione di Elio Pagliarani, del quale in particolare si mutua la dizione, e la nozione, di «Laboratorio»: luogo di "verifica" – appunto pubblica, scenica – di concetti teorici e pratiche concrete. Quindici dei giurati, fra i quali il Presidente onorario Nanni Balestrini – per tanti anni amico e compagno di strada di E.P., e vincitore l'anno scorso del primo Premio alla carriera a lui intitolato –, si confronteranno pubblicamente sulla «cosa poetica»: sulle sue condizioni operative, i suoi contesti pratici, le sue storiche aporie e le sue prospettive più contemporanee. Come recita il titolo di uno degli interventi, si cercherà insomma di capireCome sta la poesia italiana oggi. Convinti come siamo, per citare il Nostro, che «ci siamo tutti calati dentro, è verissimo; ma non è vero che non si possa far altro che contemplare la propria alienazione: saremo in gabbia, ma c'è anche chi si dibatte e prova a dar calci contro le sbarre».

13 luglio, 2016

caterina Davinio, Alieni in safari / Aliens on Safari, Robin & Sons, 2016

Segnalo agli amici vicini e lontani il mio ultimo libro
I recommend my latest book to far and near friends (with English translation)

ALIENI IN SAFARI  / Aliens on Safari

POESIA E FOTOGRAFIA / Poetry and Photography

By Caterina Davinio

Editore / Publisher: Robin & Sons

pp. 221 - 2016


Suggestioni da viaggi in Africa, India, Nepal, Sud America ed Europa.Con una nota di David W. Seaman e Prefazione di Francesco Muzzioli, tra i maggiori studiosi dell'avanguardia.

Suggestions from some author's trips to Africa, India, Nepal, South Ameri ca and EuropeWith a Note by David w. Seaman and Preface by Francesco Muzzioli, among the major experts of avant-garde.


ACQUISTA 15 % di sconto / SHOP NOW 15% less: 

http://www.ibs.it/code/9788867408016/davinio-caterina/alieni-safari-testo.html


Giudizi critici:

"la vera questione non è tanto nel rapporto tra realtà e fantasia, che pure si intrecciano con grande piacere ed esiti inconsueti; è piuttosto nel modo in cui è visto l'altrove. [...] L'India, l'Africa: il lettore saprà ricomporre la mappa e gli itinerari. E vedrà che i «venti dell'equatore» riconducono all'origine, e en passant anche a quella personale dei luoghi del vissuto. Ma quello che conta davvero, però, è la trasformazione della mente". (Francesco Muzzioli)

"Questo safari è condotto con i mezzi più umili: immaginiamo autobus, risciò, percorsi infiniti con i sandali ai piedi. Ciò la porta a scrivere poesia che si concretizza in frammenti di parole e frasi che vagano nella pagina come inciampando, pellegrini del significato. E l'autrice aggiunge fotografie, immagini in bianco e nero che sembrano rivelare la vita intima dei paesi che visita" (David W. Seaman)


"The real question is not so much in the relationship between reality and fantasy, which also are interwoven with great pleasure and unusual outcomes; it is rather in the way the elsewhere is seen. [...] India, Africa: the reader will recompose the map and routes. And they will see that the "Equatorial winds" lead back to the origin, and, en passant, also to the personal one of the places of life and experience. But what really matters, though, is the transformation of the mind"(Francesco Muzzioli)

"This safari is conducted by the most humble means: we imagine buses, rickshaws, endless pathways sandal-footed. This leads her to write poetry that comes together in shreds of words and phrases that straggle down the page like stumbling, dedicated pilgrims to meaning. She adds photographs, black and white images that seem to reveal the intimate life of the countries she visits" (David W. Seaman)

Caterina Davinio (Born in Foggia, 1957): after graduating in Italian Literature, she has worked in the field of new media with exhibitions, meetings and as a curator, in Europe, Asia, the Americas, Australia, including seven editions of the Venice Biennale and collateral events, the Biennials of Sydney, Lyon, Athens, Merida, Liverpool, Hong Kong and many others. She is one of the pioneers of digital poetry and the founder of net-poetry in Italy. Among her publications are three novels: Color Color (1998), The Sofa on the Rails (2013), Sensibìlia (2015); non-fiction: Techno-Poetry and Virtual Realities (2002) and Virtual Mercury House, about electronic poetry (2011); and the award-winning books of poetry: Serial Phenomenologies (2010), The Book of Opium (2012), Waiting for the End of the World (2012), and Deplorable Facts (2015), and Rumors & motors (2016, digital poetry).



07 luglio, 2016

Parco Poesia - festival della poesia giovane


 

Parco Poesia 2016
"Lavoro straordinario"
23-24 Luglio Rimini
Castel Sismondo

 

PROGRAMMA

SABATO 23 LUGLIO

Ore 15.30 Apertura del castello/ Print & Poetry set

Ore 16.00 Ala di Isotta
Il secondo lavoro 
I poeti nell'industria del '900
intervengono: Alberto Bertoni, Franco Buffoni, Rosita Copioli, Antonio Riccardi, modera Francesco Napoli
 

Ore 17.00 Ala di Isotta
Il mestiere di scrivere
da Cesare Pavese a Marina Cvetaeva
Recital di Milo De Angelis e Viviana Nicodemo


Ore 18.00 Corte del Soccorso
Reading di giovani autori
Laura Accerboni, Salvatore Azzarello, Marco Bini, Andrea Cati, Roberta D'Aquino, Noemi De Lisi, Laura Di Corcia, Andrea Donaera, Francesco Iannone, Agata Naike La Biunda, Maddalena Lotter, Melissa Magnani, Tommaso Meozzi, Michela Monferrini, Irene Paganucci, Valentina Pinza, Davide Quarracino, Ersilia Riccitelli, Francesco Zani


Ore 20.45 Corte del Soccorso
Dino Ignani slideshow
"Intimi Ritratti"

Ore 21.00 Corte del Soccorso
Serata d'onore con Giampiero Neri
dialogano con il poeta Alessandro Rivali e Pietro Berra
Opening: I giovanissimi del laboratorio di poesia "Lo Spazio Bianco delle Arti" nelle scuole superiori riminesi

Ore 23.00 Hasta Luego - (Via Solferino)
Parco Poesia Poetry Slam
Gara valida per il Campionato 2016-2017 della LIPS, Lega Italiana Poetry Slam
Poeti in gara: Lorenzo Bartolini, Lella De Marchi, Eugenia Galli, Francesca Gironi, Nicolò Gugliuzza, Riccardo Iachini, Natalia Paci
Special guest Luigi Socci
MC Dome Bulfaro

 

DOMENICA 24 LUGLIO 


Ore 11.00 Ala di Isotta
La poesia all'opera 
Editoria e non solo

Intervengono: Antonio Riccardi, Gian Mario Villalta, Claudia Tarolo, Walter Raffaelli

Ore 12.00 Ala di Isotta
XIII Quaderno Italiano Marcos y Marcos 
intervengono Franco Buffoni, Claudia Tarolo, Massimo Gezzi e gli autori inclusi: Agostino Cornali, Claudia Crocco, Antonio Lanza, Franca Mancinelli, Daniele Orso, Stefano Pini, Jacopo Ramonda

Consegna del premio della giuria Premio Rimini - Print & Poetry Giuseppe Fabio De Liso premia Stefano Pini e Jacopo Ramonda


Ore 15.30 Ala di Isotta
L'opera comune, oggi?
Storia di una generazione

conduce Roberto Galaverni
Intervengono Massimo Gezzi, Andrea Ponso, Andrea Temporelli, Maria Borio, Dome Bulfaro, Guido Mattia Gallerani, Isabella Leardini

Ore 18.00 Corte del Soccorso
Autori di questo tempo
Reading di: Pietro Berra, Maria Borio, Dome Bulfaro, Roberto Cescon, Stelvio di Spigno, Sabrina Foschini, Tiziano Fratus, Giovanna Frene, Alberto Frigo, Guido Mattia Gallerani, Valerio Grutt, Massimo Gezzi, Alessandro Rivali, Sarah Tardino, Andrea Temporelli, Annalisa Teodorani, Mary Barbara Tolusso


Ore 20.45 Corte del Soccorso
Dino Ignani slideshow 
"Intimi Ritratti"

Ore 21.00 Corte del Soccorso
Lettere a un giovane poeta
I maestri leggono e presentano un giovane da loro scelto

Alberto Bertoni - Kabir Yusuf Abukar
Franco Buffoni - Jacopo Ramonda + Ilaria Bossa
Rosita Copioli - Anil Biswas 
Luca Cesari - Gaia Giovagnoli
Milo De Angelis - Damiano Scaramella
Antonio Riccardi - Sofia Fiorini
Gian Mario Villalta - Marco Pelliccioli 

durante la serata Trio Bastardo in concerto

 

PER TUTTA LA DURATA DEL FESTIVAL

Ala di Isotta
Mostra di Dino Ignani
"Ho per voi l'amore più sorpreso"
dieci fotografie di Amelia Rosselli

Sabato 23 Luglio dalle 15.30 e per tutta la giornata
Print & Poetry set
Stampa live con Giovanni Turria ed i giovani artisti dell'Accademia di Belle Arti di Urbino Arion Bajrami e Michela Mascarucci


ANTEPRIMA PARCO POESIA A CESENA

Da castello a castello

Martedì 12 Luglio
Ore 21.00
Cesena, Rocca Malatestiana Bene Comune

Una festa della poesia contemporanea romagnola

letture di: Giovanni Nadiani, Stefano Simoncelli, Gianfranco Lauretano

Martina Abbondanza, Filippo Amadei, Federica Bologna, Clery Celeste, Sofia Fiorini, Isabella Leardini, Ivonne Mussoni, Stefano Maldini, Roberto Mercadini, Francesca Serragnoli, Annalisa Teodorani, Matteo Zattoni

 

 

 

"Un tema chiave per i giovani del nostro tempo guardato attraverso la poesia: quest'anno parliamo del lavoro. Lavoro straordinario è quello dei poeti, nel suo uscire dall'ordinario del linguaggio e rinnovare, ma anche nel suo essere di solo straordinario. Parleremo del mestiere di scrivere, l'officina del poeta sul testo, ma anche del "secondo lavoro", quello che nel '900 ha permesso che i poeti rendessero bellissima l'industria italiana, quando dopo la grande miseria a farlo furono Vittorio Sereni, Attilio Bertolucci, Franco Fortini, Giovanni Giudici... C'erano i poeti nelle grandi aziende dell'Italia che si rialzava. E poi parleremo dell'opera: quella attiva che attraverso l'editoria e le sue nuove visioni difende la poesia, e quella che negli ultimi 15 anni ha segnato il lavoro poetico di una generazione. Per raccontarlo con un'immagine abbiamo scelto di ispirarci a un manifesto Olivetti della Lettera 22, l'emblema con cui sono state scritte molte grandi opere del secolo scorso. La poesia non è un passatempo, è un lavoro a tempo indeterminato, un lavoro precario, un lavoro straordinario."

Isabella Leardini

Facebook
Website
Email
Twitter

Idea grafica 2016 a cura di Italic: Riccardo Bucella, Mattia Caruso, Matteo Spinelli; illustrazione di Francesca Campagna


Parco Poesia è una manifestazione promossa da Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini nell'ambito di Castel Sismondo Estate, con il patrocinio di Comune di Rimini e con il contributo di Fondazione Gemmani e Rose & Crown.
A cura di Isabella Leardini




23 giugno, 2016

IV Edizione de La Voce del Corpo - Biennale di Arte Contemporanea


 

IV Edizione de La Voce del Corpo

Biennale di Arte Contemporanea

STREET ART * LAND ART *

PERFORMANCE ART* PERFORMANCE BUTOH * TEATRO e DANZA

dal 25 giugno al 10 luglio 2016

nelle vie e piazze di Osnago (LC)

image

La IV Edizione de La Voce del Corpo – Biennale di Arte Contemporanea – prende nuovamente forma dal 25 giugno al 10 luglio 2016 tra le vie della città di Osnago (LC) per volontà dei curatori della storica rassegna,dell'Associazione OloArt e dell'Associazione Culturale Anfiteatro.
L'evento, patrocinato da Regione Lombardia, Provincia di Lecco e Comune di Osnago, con il sostegno di Enel Sole Srl, prende avvio il 25 giugno alle Ore 21.00 presso Spazio Fabrizio De André alla presenza dell'Assessore Maria Grazia Caglio e del Sindaco, Paolo Brivio – da sempre attivi e impegnati in campo artistico e culturale.

All'inaugurazione seguiranno gli interventi dei protagonisti della Performance-Art, a seguire, un simpatico incontro con gli artisti nella formula del "dopo teatro" con un calice di vino sotto le stelle.

Numerose le candidature e le adesioni – nazionali e internazionali – di grande qualità e levatura artistica.
-Sezioni presentate : Street Art – Land Art (installazioni)- Performance Art- Performance Butoh – Teatro e Danza
-Opere e Performance Artistiche presentate 62.
Location : Spazio Fabrizio De André, Piazza della Pace, Piazza Vittorio Emanuele e le storiche ed incantevoli Villa Galimberti e Villa D'Agostino.
Il tema proposto per questa Nuova Edizione è di notevole e fondamentale importanza: Della Pace, Dell'ambiente.

Di seguito alcune parole del Sindaco di Osnago, Paolo Brivio e dell'Assessore alla Cultura, Maria Grazia Caglio: «La guerra e la violenza dilagano. E ci piombano addosso all'improvviso. Ogni giorno veniamo a sapere di guerre e atti di terrorismo, di una nuova orribile strage di innocenti, di ospedali e scuole bombardati, di torture disumane e di sistematiche violazioni dei più elementari diritti umani. Parallelamente, la terra subisce continue, silenziose aggressioni. Apparentemente inarrestabili […] Non possiamo rimanere immobili. E ci si muove, e ci si batte, anche e soprattutto con le armi dello spirito».

Questo l'invito lanciato e colto dagli artisti e dalle loro opere che potrete ammirare sui muri della città di Osnago, per le vie, le Piazze e, infine, scolpito sul corpo dei performer fino al 10 di luglio 2016. Si tratta dunque di una nuova occasione offerta dalla città e dagli organizzatori della Voce del Corpo da cui trarre profonde e urgenti riflessioni di carattere morale ed etico.

Gli Artisti:

STREET ART
Agresti Soledad, Atoche Carlos, Bartocci Giorgio, Bertoglio Nicola, Brioschi Davide, Burke Erik, Carsana Alex, De Hoogh Mira, Gerlini Laura Beatrice, Grego Jonathan, Leoni Gianbattista, Libratti Andrea, Gruppo Pittori Osnago, Mion Massimo, Passoni Enrica, Collettivo Puecher Speranza, Deco Rabiscando (Rodrigues Lima André), Rizzardi Giordano, Sevegnani Stefano, Allievi scuola di primo e secondo grado

LAND ART / INSTALLAZIONI
Bellini Giuliana, Bertacchi Carmen, Caruso Angelo, Castellucchio Silvana, Cordioli Nellì, De Meo Carlo, Facchinetti Maria Grazia, Falcioni Jean-Paul, Formenti Pietro, Freddi Bruno, Fumagalli Piera, Keyrouz Laure, Pels Francesca, Renzi&Lucia, Sala Alex, Zianni Federica.


14 giugno, 2016

From La Biennale di Venezia to MACRO. International Perspectives | Yahon Chang. THE QUESTION OF BEINGS




                    
 
         
     Newsletter giugno. 2016
PDG Arte Communications is pleased to announce the second phase of the project "From La Biennale di Venezia to MACRO. International Perspectives" curated by Paolo De Grandis and Claudio Crescentini which will present the participation of the Taiwanese artist Yahon Chang with the exhibition "The Question of Beings" at MACRO Testaccio – La Pelanda. Promoted by Roma Capitale - Superintendent Capitolina of Cultural Heritage and organized in collaboration with PDG Arte Communications, the project converge the art "prospects" of two cities working to help the experience of international art travel throughout the country. From precisely, Venice to the Capital. Two cities that are linked by historical and immense artistic traditions, which have been able to further enrich this heritage so as to give voice and life to contemporary art and to discover and emphasize this resource by documenting existing assets and promoting both initiatives and international connections. The research was initiated by Paolo De Grandis in 1995 with the creation of outdoor pavilions at La Biennale di Venezia and the presentation of new countries. We celebrate 112 exhibitions organized by PDG Arte Communications within the Venice Biennale, an important result which testimonies a 30 year effort that ames to call the international focus from the Venice Biennale to the MACRO of Rome, with new artistic realities which otherwise will remain limited to the context of their geographic provenience



From La Biennale di Venezia to MACRO. International Perspectives
curated by Paolo De Grandis and Claudio Crescentini
promoted by Roma Capitale – Superintendent Capitolina of Cultural Heritage 
and organized in collaboration with PDG Arte Communications


presents
 
Yahon Chang
@ Rome

THE QUESTION OF BEINGS 
curated by J.J Shih e Francise Chang
organized by MOCA Taipei
iin collaboration with Contemporary Art Foundation e MDCA Foundation
 
Press Preview:
23rd June 2016 at 12:00 p.m.
Opening Ceremony: 23rd March 2016 at 6:30 p.m.

Exhibition Period: 24 giugno – 28 agosto 2016
 

MACRO Testaccio – La Pelanda
Teatro Studio Uno, Piazza Orazio Giustiniani 4, Roma



PRESS RELEASE

From La Biennale di Venezia to MACRO. International Perspectives is a new exhibition project conceived and curated by Paolo De Grandis and Claudio Crescentini. The project is devoted to the presentation of three selected international exhibitions from La Biennale di Venezia - International Art Exhibition at MACRO's spaces, as site-specific, reconstructed, and remodelled artworks.
 
Promoted by Roma Capitale – Superintendent Capitolina of Cultural Heritage and organised in collaboration with PDG Arte Communications, the project seeks to converge the art prospects of two cities that are working together to circulate the experience of international art throughout the country. Venice and the Capital, two cities that are linked by immense historical and artistic traditions, have been able to further enrich their heritage so as to give voice and life to contemporary art. Moreover, they are also discovering and emphasising this cultural resource by documenting existing assets and promoting both initiatives and international connections. The research for this project was initiated in 1995 by Paolo De Grandis, whose efforts helped introduce new countries to La Biennale di Venezia and prompted the establishment of additional outdoor pavilions. Therefore, the works will follow a path of innovation and travel from one city to the next, from one space to the other, enriching themselves with meanings and nurturing a new audience. All the while, the works will be evolving in a new context, specifically created for MACRO by the various international artists who were invited to participate.
 
From La Biennale di Venezia to MACRO. International Perspectives reaches its second stage with Yahon Chang @ Roma, The Question of Beings, curated by J. J. Shih and Francise Chang. First organized by the Museum of Contemporary Art, Taipei for the La Biennale di Venezia, this summer at MACRO it is presented in collaboration with Contemporary Art Foundation and MDCA Foundation.
 
On site at MACRO Testaccio - La Pelanda space with ceiling height measures at 12 meters tall, Yahon Chang will re-create the conceptual exploration of his site-specific ink painting installations, which were exhibited at The 56th International Art Exhibition at the MOCA Taipei Pavilion for the Collateral Events of la Biennale di Venezia. Chang's new works, to be exhibited at La Pelanda, will correspond with the conceptual framework suggested by its past title The Question of Beings. Furthermore, Chang will also create new works that resonate with the historical site of La Pelanda, an ex-slaughter house. Additionally, there will be three large-scale iron sculptures shipped especially from the OPEN (2015) exhibition in Venice, which will be presented along with the "ink painting" installation. The form of Chang's sculpture stems from his ink brushstrokes, together, the ink paintings and the sculptures express the transformation and representation on how a two dimensional plane transforms into a three dimensional form, and finally to the concept of a space.

 

 

 Yahon Chang In Action, 2015. Ink Painting during the International Art Exhibition – La Biennale di Venezia
 

In last year's Collateral Event at the 56th International Art Exhibition – la Biennale di Venezia, Yahon Chang investigated the theme of "The Question of Beings" at the Istituto Santa Maria Della Pietà, where he created a site-specific exhibition featuring a series of new ink on paper paintings and mixed media installations that explored the conscious and subconscious natures of individuals. With this site-specific ink painting installation that filled the entirety of the exhibition space — windows, doors, ceiling, walls and floor, Chang questioned the diversity and complexity of living beings in an effort to delve into the likenesses and differences between the recesses of human and animal instinct. Chang also reflected upon his life experiences by painting meditative portraitures that resonated with his feelings of rejection, struggle, acceptance and love he had experienced in this world. These portraits of sentient beings, while offering a variety of subject matter, presented cohesion through the singularity of their compositional style. Implying a spiritual connection to the Santa Maria della Pietà church that was situated in front of the exhibition site of Istituto Santa Maria della Pietà, the paintings evoked a feeling of commemorating the past, present, and future, while simultaneously encompassing all the world's greatness and mediocrity, achievements and failures.
 
In the past few years Chang has exhibited at different venues, often creating site-specific works for them. As the scale of his exhibition expands, the challenges he must face also become greater. Since The 56th International Art Exhibition – la Biennale di Venezia, Chang has started to create more large-scale, site-specific works for each exhibition in effort to resonate with the space, to connect with its historical setting, and to have more interaction and conversation with the viewers. As he ages he faces more challenges when creating site-specific works for exhibitions. This exhibition at MACRO Testaccio - La Pelanda presents him with new levels of challenges, both physically and mentally. He will create works on site for a period of 5 days, producing a body of ink on canvas painting. Each canvas will measure between 10 to 20 meters long and they will drape down from the ceiling in varying length, allowing the viewers to meander through a labyrinth of ink paintings that confront them with a multitude of countenances. These drapes of long linen canvas echo with the traditional Chinese landscape painting and evoke the likeness of cascading waterfalls. Yet, the fluidity of his brushstrokes portrays the different countenances of sentient beings in a both abstract and expressive manner, which brings to mind the metaphor of the stream of life. The multiplicity of faces will fill the centre of the exhibition space, long linen canvas will drape to the floor, creating an interactive environment that will allow the audience to enter a world akin to an "alternative Facebook." This interactive environment will invite the viewer to contemplate the nature of sentient beings, while questioning the meaning of their own identity and the meaning of life.
 
The site for MACRO Testaccio – La Pelanda was once a slaughterhouse that has been transformed into a contemporary art museum space that it is now. Yahon Chang's paintings will serve as a commemoration of the past and also propose questions concerning the meaning of life. He will paint on site to create an ink painting installation for the La Pelanda space that corresponds to the horrors and impermanence of life at the slaughterhouse. His work will also lament the holocaust and wars from the last century, bringing one to recall the painful process of human civilisation, and eminent these pain into an artistic expressions. Amongst the ink painting installation, Chang will install rust treated iron sculptures, the rust will represent its humble nature, serving as a reminder that all will decay and return to nature. It is precisely for this eroding nature that Chang chose to create his sculpture in this manner to emphasis on the transient ephemerality of life.
 
Rome was not built in one day, nor was Yahon Chang's artistic career established in a short period of time. Contrarily, he achieved his dream of becoming an artist by persevering through times of trial and hardship. "All roads lead to Rome" is a saying that befits Yahon Chang, for no matter what initial career path he took, it always led him back to art in the end. His experiences in business as well as in personal life have enriched his art with stories and emotions, all of which are reflected in his art. Wielding his powerful brush, he pours his diverse artistic expressions into his painting. This exhibition at MACRO Testaccio – La Pelanda will showcase yet another formidable manifestation of his will to express and to surpass the challenges he faces as a contemporary Chinese ink painter.
 
Written by J. J. Shih and Francise Chang

 

 Yahon Chang In Action, 2015. Ink Painting during the International Art Exhibition – La Biennale di Venezia
 


PRESS ENQUIRIES
 
Zètema Progetto Cultura Press Office
Patrizia Morici / T. +39 06 82 07 73 71 / M. +39 348 54 86 548 / p.morici@zetema.it
stampa.macro@comune.roma.it

 

PDG Arte Communications Press Office
T. +39 041 5264546 / pressoffice@artecommunications.com
www.artecommunications.com
 
MOCA Taipei Press Office
Yun-Jen Su 蘇雲禎 / T. + 886 2 2552 3721 / yunjen@mocataipei.org.tw

PUBLIC ENQUIRES
MACRO TESTACCIO – LA PELANDA
Teatro Studio Uno, Piazza Orazio Giustiniani 4, Roma
Opening Hours:
From Tuesday to Thursday 3:00 p.m. to 8:00 p.m.
Friday 3:00 p.m. to 11:00 p.m.
Saturday 11:00 a.m. to 11:00 p.m.
Sunday 11:00 8:00 p.m. 
Closed on Monday
 
Free Entrance
INFO: 060608
www.museomacro.org
Follow MACRO - Museo d'Arte Contemporanea Roma on Facebook and Twitter
  

Museum Services


 

Special thanks to

Not interested any more? Unsubscribe
Powered by AcyMailing